Home Caponnetto. La biografia

Caponnetto. La biografia

Antonino Caponnetto nasce il 5 settembre 1920 a Caltanissetta. Per il lavoro del padre la famiglia si trasferisce prima in Veneto e poi in Toscana, a Pistoia, quando il futuro giudice ha appena tre anni. Partecipa al secondo conflitto mondiale combattendo in Africa e da questa terribile esperienza matura l’avversione per la guerra di cui è testimonianza una lettera all’amico Vittorio, morto in battaglia. Finita la guerra lavora, dopo la laurea in giurisprudenza, lavora come impiegato in una ditta di trasporto, poi in una libreria ed infine in banca. Nel frattempo, per l’incoraggiamento di un suo compagno di liceo, Fabio, alto e secco e per questo soprannominato “Filoncino”, studia anche di notte per prepararsi al concorso in magistratura che vince nel 1954. Il primo incarico quale magistrato è alla pretura di Prato e qui Antonino Caponnetto mostra subito tutto il suo valore di difensore della Costituzione repubblicana e dei valori in essa racchiusi. La nostra Carta prevede agli articoli 134-137 l’istituto della Corte Costituzionale, che ha fra i suoi compiti le «…controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti, aventi forza di legge, dello Stato e delle Regioni […] Contro le decisioni della Corte non è ammessa alcuna impugnazione.» Si dovrà però attendere la legge 87 dell’11 marzo 1953 che fisserà le norme per la costituzione di questo istituto, mentre la sua prima composizione sarà completata nel 1955 e si insedierà nel Palazzo della Consulta, dandosi la prima necessaria organizzazione ed emanando anche i regolamenti per la disciplina dei suoi procedimenti.

APPROFONDIMENTI SU WIKIPEDIA

FONTE: http://www.antoninocaponnetto.org